P000085 - Unité d'Habitation - Marsiglia

Unitè d’Habitation – Marsiglia

Marsiglia è’ la più grande città della Francia del Sud, affacciata sul Mar Mediterraneo, capoluogo della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra e del dipartimento delle Bocche del Rodano, oltre ad essere il primo porto della Francia. È la più islamica delle città francesi con i suoi 200.000 fedeli (circa un quarto dei suoi abitanti).
Le Vieux Port è il cuore pulsante della città, con i suoi bastioni e le fortezze; da qui si sviluppa la Canebière, il viale centrale della città che un tempo collegava i campi a nord con il mare. Affacciato sul mare troviamo il quartiere più antico di Marsiglia, Le Panier, un tempo luogo assai malfamato, oggi molto turistico con i negozietti e i ristorantini di pesce. In mezzo al mare, su un isolotto di fronte Marsiglia, troviamo lo Château d’If, ex carcere nel quale venne imprigionato il Conte di Montecristo nell’omonimo romanzo di Alexandre Dumas. Dall’alto della collina Notre Dame de la Garde domina tutta la città e la protegge.

P000085 - Unité d'Habitation - Marsiglia

Unité d’Habitation – Le Corbusier – ingresso davanti — Clicca sull’immagine per vedere il Virtual Tour panoramico a 360°

“Una grande epoca è cominciata. Esiste uno spirito nuovo. L’industria, irrompente come un fiume che scorre verso il proprio destino, ci porta gli strumenti nuovi adatti a quest’epoca animata da un nuovo spirito (…). L’architettura ha come primo compito, in un’epoca di rinnovamento, quello di operare la revisione dei valori, la revisione degli elementi costitutivi della casa” (Le Corbusier, Verso un’architettura, 1923).

P000086 - Unité d'Habitation - Marsiglia

Unité d’Habitation – Le Corbusier – ingresso retro — Clicca sull’immagine per vedere il Virtual Tour panoramico a 360°

Le Corbusier con questo edificio riesce a mettere in pratica quelle teorie che da sempre ha portato avanti sul tema della città e dell’abitare. Esso rappresenta uno dei punti di arrivo fondamentali del Movimento Moderno del primo Novecento, sia per la concezione dell’architettura che dell’urbanistica moderna.
Alto 17 piano, è composto da ben 337 appartamenti, nei quali secondo lo stesso architetto potevano alloggiarvi 1500 persone. Essi è come se fossero stati costruiti in serie e poi assemblati, secondo la sua idea che la casa è una “macchina per abitare”, facendo riferimento al periodo storico rivoluzionario dell’invenzione dell’automobile.

P000087 - Unité d'Habitation - Marsiglia

Unité d’Habitation – Le Corbusier – tetto 1 — Clicca sull’immagine per vedere il Virtual Tour panoramico a 360°

Ogni unità abitativa è di tipo “duplex”, cioè disposto su due livelli diversi, accessibili mediante una scala interna. Gli ingressi agli appartamenti avvengono da corridoi-strada situati ogni due piani. Al settimo ed ottavo piano sono presenti dei servizi generali necessari alla popolazione dell’edificio, che si pongono in modo intermedio fra la singola cellula abitativa e la città (asilo nido, negozi, lavanderia, ristorante, ecc…)

P000088 - Unité d'Habitation - Marsiglia

Unité d’Habitation – Le Corbusier – tetto 2 — Clicca sull’immagine per vedere il Virtual Tour panoramico a 360°

Un’altra innovazione è il tetto abitabile, il quale grazie all’utilizzo del calcestruzzo armato, può essere adibito a diverse funzioni sociali e sarebbe potuto divenire, secondo le idee dell’architetto, un enorme giardino pensile.

P000089 - Unité d'Habitation - Marsiglia

Unité d’Habitation – Le Corbusier – tetto 3 — Clicca sull’immagine per vedere il Virtual Tour panoramico a 360°

Altro elemento caratterizzante di questo edificio, rintracciabile nei famosissimi Cinque Punti dell’architettura di Le Corbusier, sono i “pilotis”, a forma di tronco di cono rovesciato, che sorreggono tutta la struttura e isolano le abitazioni da umidità e oscurità, staccando l’edificio da terra. Questo è possibile utilizzando un sistema costruttivo basato su pilastri e solai e non più muratura portante. Questo permette lo sviluppo della facciata indipendente dal resto della struttura e quindi la possibilità di creare finestre a nastro, capaci di scorrere lungo le pareti e di fornire un’eccellente illuminazione.

http://www.marseille-tourisme.com/it/